Settembre 24

Intervista con Fernandez Violons

0  comments

Fare buon uso della reclusione per scoprire musica per Violoncello da Spalla, scrivere musica per Violoncello da Spalla e offrirla al mondo!

Durante la passata pandemia, ho scoperto i video su YouTube di François Fernandez e Yun Kim Fernandez, e sono stato catturata dalla loro eleganza e dal loro modo di suonare gioioso. Ora hanno accettato con entusiasmo di condividere con noi la loro storia con il Violoncello da Spalla. Questa intervista è uscita con più informazioni di quanto potessi immaginare, quindi sono ugualmente entusiasta di condividerle con voi lettori!

Come (e quando) hai conosciuto il Violoncello da Spalla?

François: Prima del 2000, mi è capitato di incontrare il signor Lambert Smit, un anziano studente di viola barocca di Sigiswald Kuijken all'Aia (NL), questo uomo d'avanguardia era un conoscitore di Mattheson e di altri trattati che promuovevano questo tipo di bassi. Possedeva due spalla. Si offrì di vendermene una, ma non ne fui ancora attratto. Più tardi, a casa di un liutaio a Liegi, vidi un delizioso violoncello per bambini a pezzi, che necessitava di un severo restauro. Ho chiesto al mio allievo Dmitry Badiarov di venire da Bruxelles a Liegi, così mi avrebbe detto se poteva trasformare questo simpatico strumento in un piccolo violoncello a cinque corde.

Ma lui ha detto che qualche ragazzino si sarebbe meritato questo simpatico strumento una volta restaurato. E ha iniziato a fare violoncelli da spalla lui stesso! All'epoca ottenere le corde corrette mi sembrava impossibile, quindi ci volle del tempo prima di iniziare. Ma ho «provato» un prototipo fatto da un suonatore di Cornetto, poi diventato un liutaio, Jean-Paul Boury. Lui organizzò un concerto di Rosenmuller, in cui voleva che il suo prototipo suonasse da solo per cinque minuti, durante i quali un allievo mi avrebbe sostituito al violino. Ma ho preferito che suonasse tutto il programma al violino, e in 3 giorni sono riuscito a suonare tutte le parti di basso del concerto. Con mia sorpresa, ho fatto meglio che se li avessi suonati sulla gamba, su cui ero stato un dilettante, per anni.

Poi, nel 2005, sono entrato a far parte del Bach Collegium Japan a Tokyo per registrare i concerti di Brandenburghesi (accanto a Dmitry Badiarov e Ryo Terakado).

Yun: Era il 2008, Sigiswald venne in Corea e fece un concerto con questo strumento. C'è stato anche un piccolo workshop sulla Spalla seguito dal concerto. All'epoca ero una violinista moderna molto interessata alla musica barocca e ascoltavo tutti i concerti e i workshop che si svolgevano a Seoul. È stato interessante e ha aperto la mia vista sulla musica in generale, ma non mi immaginavo affatto di suonarla un giorno. Ma allo stesso tempo c'era un liutaio che si ispirò totalmente a questo strumento e iniziò a costruirne uno. Per farla breve, questo strumento è quello che sto suonando ora.

Conntreviolon, Pomposa, Violoncello da Spalla: questi sono spesso usati come termini o strumenti intercambiabili. Potresti spiegare in poche parole le differenze tra questi termini e strumenti, come li utilizzeresti correttamente?

Elenchiamo innanzitutto ciò che abbiamo incontrato finora:

Fagottgeige,

Schultergeige,

Schulter viole,

Basset geige,

Bass-Geigen,

Hand Basse,

Brust-Geige,

Bassettgen (J.S.Bach)

"Bassell oder Bassette"(L.Mozart)

Viola di basso(Bach),

Viola (di) fagotto,

Viola da Spalla,

Bassetto,

Bassetto viola (Colombi)

Violoncello da collo (Pallavicino opera)

Violoncello da (di) Spalla « a la moderna » (in 5ths, Bismantova),

Viola di collo,

Viola Pomposa,

Violoncello Piccolo,

violonzino,

violoncino,

Violoncello da braccia (Breitkopf in 1762),

Contre-violon & Basset: 2 terms found in the French translation of Quantz’s treatise (1752).

Violotto (Dall’abaco) (thank you for this last one!).

Quale è quale? Erano tutti uguali? Tutto molto diverso?

NESSUNA PICCOLO IDEA!

E poiché gli organologi di uno dei più importanti musei strumentali (il MIM di Bruxelles) chiedono il nostro aiuto quando si perdono, privi di iconografia, possiamo concludere felicemente:

NON LO SAPREMO MAI! E siamo LIBERI come allora!

nomi del violoncello da spalla

Violoncello da Spalla, Brust Geige, Hand Basse, quale scegliere? 

Non importa il nome, siamo liberi come allora!!

Qualche parola sui tuoi strumenti: suoni un paio di strumenti realizzati su grandi modelli di viola, con, ovviamente, fasce più alte. Da dove viene questa idea?

François: I always preferred Italian typed instruments, so mine is after Andrea Guarneri, built by Jean-Paul Boury in 2009.

Yun: My spalla is built by Jae-wook Han in 2013 as I mentioned before, Mr. Han was very much inspired by the visit of Sigiswald, and he started to build a «bass instrument for a violinist ». The general style of this instrument is influenced by Jacob Steiner.

Ti sei mai imbattuto in strumenti originali francesi o musica originale francese? (Ho intervistato all'inizio di quest'anno Mark Wickersham, che suona un paio di strumenti realizzati o collegati a Guersan, che ha tenuto un seminario di liuteria per intrattenere la corte francese. Per me, è curioso che i nobili dilettanti costruissero violoncelli da Spalla invece di violini. Ti sei imbattuto in notizie di questa pratica?)

François: ci piacerebbe provare gli originali. Finora non abbiamo avuto alcuna possibilità di suonarne. Uno dei nostri sogni sarebbe suonare sul cosiddetto TENORE di Stradivari. I violini di dimensioni strane nella storia franco-belga che troviamo oggi nel museo sono più probabilmente Taille o Quinte de violon. Brossard disse: «il violoncello italiano è propriamente il nostro quinte de violon (francese) o un piccolo basso de violon a 5 o 6(?!!) corde». Non abbiamo mai incrociato un basso di violon a sei corde, né un repertorio scritto per il quinte (o taille) de violon come strumento solista.

« Musica originale francese »… Come i duetti per violoncello di Guignon op. 2 sono così goffi sui "violoncelli" di dimensioni moderne, ed essendo un violinista, immaginiamo che suonasse come noi, ma: nessuna garanzia! Solo il nostro piacere lo è.

Siamo ansiosi di sapere cosa hanno fatto veramente, ma su questo siamo pessimisti, è vero: una parte della verità potrebbe venire fuori un giorno, ma non dirà mai cosa è stato fatto più ampiamente.

Yun: Forse i duetti per violoncello di Guignon sono stati suonati alla corte francese perché era il primo violino che supervisionava tutti gli eventi artistici della corte. Quando abbiamo scoperto quest'opera, abbiamo trovato molto interessante come presenta il titolo in copertina: «VI SONATES A DEUX VIOLONCELLES» scritto a caratteri cubitali, poi « Basses de viole ou Bassons » scritto in diminuendo. In precedenza, abbiamo piuttosto provato alcuni repertori per fagotto su spalla. Poi abbiamo trovato un libro di duetti per violoncello che può essere una grande sfida da suonare sui grandi violoncelli!

Quale arco usi per i tuoi violoncelli da spalla?

François: arco a clip in blackwood africano di Jérôme Gastaldo, Bruxelles

Yun: arco a clip in legno di tasso sempre di Jérôme Gastaldo Brussels

A volte il Violoncello da Spalla di François ha dei tasti. Ci sono prove storiche di questa pratica e perché l'hai scelta?

François: Non ho trovato prove storiche specifiche, ma pratiche: se accordiamo piccole quinte (con temperamento mesotonico), per raggiungere un terzo do-mi puro nelle nostre corde aperte estreme, allora le risonanze dello strumento sono multiple. Un sol di terzo dito sulla corda centrale può suonare bello (o più bello) se suonato troppo alto, cioè una quinta pura sul DO basso, che è molto più alto del SOL che dovremmo suonare, quello che dovrebbe suonare come ottava pura sulla corda aperta G. Le risonanze hanno due facce, bellezza, certo, ma anche problemi di intonazione. I tasti aiutano un po': ancora più risonanza, flussi di intonazione leggermente inferiori. Era usato dai violinisti principianti (attestato da Playford, 1654) e dai dilettanti in generale. Le descrizioni che ci sono pervenute sono molto superficiali, quindi se i tasti fossero effettivamente usati o meno, non lo sapremmo necessariamente. Inoltre, una costante del barocco è la diversità, va bene se proviamo tutti approcci diversi.

Di sicuro, le ibridazioni non spaventavano nessuno in epoca barocca!

Yun: Alla fine ho messo anche i tasti. All'inizio ero molto scettica perché non avevamo trovato alcuna prova storica. Quando le ho provate la prima volta, mi hanno dato molto fastidio, soprattutto per i cambi di posizione. Ma alla fine aiuta le mie piccole dita a fermare le corde spesse con meno sforzo e a suonare più intonato. Non suono questo strumento tutti i giorni come il violino. Quando lo riprendo dopo un po', è sicuramente d'aiuto ritrovarlo. Quindi perche no?

Su YouTube hai presentato principalmente il repertorio francese. Potresti suggerire ai nostri lettori dove scavare per saperne di più sul repertorio francese? Nelle sonate da gamba? Quali sono i principali autori che ti vengono in mente per primi?

Volevamo far scoprire pezzi che sono stati ingiustamente lasciati da parte, e abbiamo avuto molto tempo (Covid) da spendere su Internet, confrontando molti duetti di violoncello. Come Sigiswald Kuijken, crediamo che la parola "violoncello" sia stata applicata per la prima volta a strumenti più piccoli, quindi, il virtuosistico repertorio del "violoncello" del XVII secolo è ciò che scaveremmo più a fondo al momento piuttosto che la musica francese per 2 gambe, per esempio.

Com'è attualmente la scena francese del Violoncello da Spalla? Lo descriveresti come una nicchia ingenua o un movimento di rilancio?

Difficile saperlo con precisione, ma direi: la Francia è un po' in entrambi!

Hai esperienze con il Violoncello da Spalla in Corea del Sud, e com'è la consapevolezza a riguardo? Sfortunatamente, veniamo da un periodo prolungato senza molte possibilità di viaggio. Tuttavia hai molte contatti in tutto il mondo. Come descriveresti la consapevolezza (e le potenzialità) del Violoncello da Spalla in diversi continenti oggi?

François: 3 anni fa, ho suonato "La Follia" di Vivaldi in Corea su Spalla di Yun. Ha ricevuto un applauso tempestoso, ma come va oggi? Immagino che, considerati i tuoi contatti, tu otterrai la radiografia dell'Asia molto più velocemente di noi, poiché vorremmo calmare i nostri troppi e troppo lontani viaggi.

Yun: Dal 2008, abbiamo avuto alcuni musicisti europei che hanno visitato e suonato lo Spalla in Corea. Poiché ho lasciato Seoul nel 2010, non so come si sia sviluppato da allora. Tuttavia, poiché ci sono sempre più violinisti classici che prestano attenzione alle informazioni storiche nella musica barocca, sono sicuro che ci saranno alcuni violinisti che saranno affascinati da questo piccolo strumento che ti dà una voce completamente diversa.

Una domanda per François sul suonare la gamba contro lo Spalla: ti sembra corretto presumere che gli “strumenti di media grandezza” (quelli tra il nostro violoncello e la viola di oggi) fossero suonati da spalla o da gamba secondo la tecnica del suonatore in un occasione specifica (ad es. Cantata di Bach, Bach che consegnava lo strumento violoncello piccolo al musicista che aveva in quella particolare occasione, quindi a volte un violinista, a volte un violoncellista), o che i violoncellisti fossero così abili da poter suonare in diverse posizioni a seconda lo spazio e la posizione (balcone e corteo invece di ampi saloni)? In altre parole, tra le due idee di violinisti che suonavano anche il violoncello sulla spalla o di violoncellisti che suonavano da gamba e da Spalla, qual è per te la più convincente?

François: « Bach's Continuo group » è un libro fantastico di Laurence Dreyfus, in cui si stabilisce che parti separate di violoncello piccolo appartenevano sempre a parti separate del violinista, non nelle parti dei bassi. Per il resto i musicisti hanno cercato in molti modi di essere convincenti, ho sentito Christophe Coin suonare il violino tra le gambe e davvero bene! Più varietà c'è, meglio è. Ma io ho provato a suonare uno strumento moderno delle dimensioni di un violoncello «normale», da braccio considerando i miei risultati dopo 2 ore di tentativi: disastrosi, mai più!

I tuoi progetti futuri con questo strumento?

Yun: François suonerà tra una settimana, al Festival di Souvigny. Suonerà tre brani (BWV 1027, BWV 1030 e TWV 41:D6) su Spalla con Benjamin Alard al clavicembalo. L'organizzazione del festival ha richiesto un intero programma su spalla e clavicembalo!

Nel 2022, sono stato invitata a suonare il Concerto Brandenburghese n. 3 nei Paesi Bassi e in Giappone.

Inoltre, abbiamo alcune idee per continuare a caricare video su YouTube. 😉

Speravo in questo, grazie! e grazie per questa intervista!

Se ancora non l'avete visto, date un'occhiata al loro 13° concerto Brandenburghese, nuova musica scritta per Viola d'amore e Violoncello da Spalla: mi piace particolarmente la parte della spalla nel 2° movimento, siciliano.


Aggiornamenti dal nostro laboratorio
Questa settimana Alessandro è stato impegnato con l'orchestra, ma ha anche firmato la sua pensione, quindi tra quattro mesi farà il liutaio a tempo pieno! Questa settimana è stato anche l'inizio del nostro club di arti marziali, Alessandro è insegnante di judo, io sono insegnante di karate e abbiamo questo piccolo club a Meltina, in Alto Adige. Quindi, i nostri due strumenti non sono andati molto d'accordo questa settimana, temo! Ho finito la cassetta piroli e ho iniziato a modellare gli zocchetti.

daniela gaidano e visintini alessandro liutai
visintini judo gaidano karate liutai meltina

Tags

francia, liuteria, repertorio, ricerca, violoncello da spalla


You may also like

Girovagando

Girovagando
{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Get in touch

Name*
Email*
Message
0 of 350