Dicembre 10

Il tesoro di Markneukirchen – parte 1

0  comments

Altri piccoli violoncelli!

Leggendo l'opera di Agnes Kory sui violoncelli tenori più volte citata in questa newsletter, la mia curiosità è stata attirata dal fatto che in alcuni musei (Parigi, Milano, Markneukirchen) hanno diversi strumenti con misure uguali al nostro Violoncello da Spalla ma realizzati nei primi due decenni del '900. Perché li hanno fatti? Avevano un mercato?

disegno Daniela Gaidano

I magazzini dei musei sono pieni di “qualcosa di tenore”

Mi sono messa in contatto con Ekkard Seidl, Maestro Liutaio a Markneukirchen e ricercatore specializzato in strumenti a corda del Vogtland.

È stato così gentile da andare al museo e inviarmi le foto di alcuni strumenti per una rapida consultazione e ho trovato un piccolo tesoro in quelle foto! Ecco perché questo articolo è una "parte 1". Ekkard Seidl mi ha detto che questi strumenti non avevano un background di ricerca storica ma erano principalmente “campioni” realizzati dai liutai negli anni '20 per portarli a fiere e mostre e trovare nuovi clienti e nuove nicchie. Tuttavia mi colpisce che due di loro siano Violoncelli da Spalla a cinque corde abbastanza evidenti, con misure molto simili a quelle che stiamo usando oggi.

violoncelli da spalla markneukirchen

N. di catalogo 2343, Viola Pomposa di Ernst Reingold Schmidt, Markneukirchen c. 1920, 

lunghezza corpo cm 45,4, altezza fasce 8,2-8,45

violoncello da spalla markneukirchen viola pomposa

N. di catalogo 2611, Viola Pomposa di Johannes Robert Adler, Markneukirchen metà del XX secolo, 

lunghezza del corpo cm 47, altezza fasce 7-7,5

Speriamo di poter presto pianificare un viaggio lì. Ci sono strumenti anche più interessanti da vedere! Markneukirchen si trova in un'incantevole campagna ed è una piccola città dove letteralmente tutti costruiscono strumenti, di ogni tipo. Ha un significato speciale per noi.


viola pomposa Polonia markneukirchen

Piccola nota a margine su di un altro strumento, una Viola Pomposa realizzata in Polonia nel XIX secolo, fasce basse, n. di catalogo 1267. Una corda di budello è fissata tra la cordiera e il ponte per evitare che il ponte si muova in avanti durante l'accordatura. L'ho visto molte volte nei vecchi contrabbassi e significa una cosa: che le corde filate erano avvolte con filo metallico rotondo. Non scivolano sul ponte. Bisognava aiutarli sollevandoli di tanto in tanto con le dita per evitare che il ponte si muovesse e cadesse. Ad ogni accordatura il musicista controllava che la posizione del ponte fosse stabile. Questa non è una grande scoperta poiché il filo metallico rotondo era l'unica opzione per le corde filate almeno fino al 1930. Ne parlo qui perché penso che il mondo degli strumenti d'epoca sarebbe molto più interessante se tutti tenessero a mente che una corda a filo piatto non è una corda barocca, anche se con un'anima in budello.


Aggiornamenti dal nostro laboratorio

Questa settimana ho finalmente completato il manico del mio Violoncello da Spalla ed oggi l'ho incollato. Il violoncello da Spalla è uno strumento barocco, quindi il manico è incollato sulle fasce. Alessandro ha completato gli spessori della sua tavola ed ha anche tagliato le ff.

Visintini Gaidano violoncello da spalla makers

Qui a Meltina, Alto Adige - Italia, adesso fa freddo!


Video in primo piano della settimana

Godetevi questa sonata di Beethoven eseguita da Sergey Malov!

Enter your text here...

Enter your text here...

Enter your text here...


Tags

germania, liuteria, ricerca


You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Get in touch

Name*
Email*
Message
0 of 350