Luglio 23

Cosa suonare al violoncello da Spalla: Francesco Supriani

Un virtuoso del Settecento napoletano ci lascia un metodo amichevole che possiamo usare per prendere confidenza ai nostri primi passi.

A questo link

https://imslp.org/wiki/Principij_da_imparare_%C3%A0_suonare_il_violoncello_e_con_12_Toccate_%C3%A0_solo_(Supriani%2C_Francesco_Paolo)

troviamo un metodo di Francesco Paolo Supriani (1678-1753), il cui titolo si traduce: “Principi per imparare a suonare il violoncello, con 12 Toccate solistiche”.

Dalla prefazione di Raffaele Sorrentino:

Questo manoscritto, conservato nella biblioteca del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli, è un metodo per violoncello del XVIII secolo di Francesco Supriani, che fu attivo come musicista nella prima metà del '700.
Entrò come allievo al conservatorio Pietà dei Turchini nel 1693, e in seguito Carlo d'Asburgo lo assunse come membro del Real Capilla a Barcellona. Infine, tornò a Napoli, dove si stabilì come virtuoso del violoncello nella Cappella Reale.
Lasciò 12 sonate (1720 circa), conservate anche nella Biblioteca del Conservatorio di Napoli ma sotto la classificazione: sonate per due violoncelli e basso, una sinfonia, uno studio con accompagnamento di basso e questo metodo.
Il metodo si articola in un breve compendio di grammatica musicale, alcuni esercizi tecnici introduttivi con variazioni e 12 toccate.
(…a seguire, la descrizione delle 12 toccate)


Napoli non è la culla del violoncello da Spalla. Al contrario, è lì che il violoncello da gamba ha maturato la sua tecnica. Quest'opera è considerata innovativa per l'epoca, in quanto impiega la chiave di Do tenore e sale fino alla quinta posizione.

Non voglio chiedermi se questa musica fosse pensata per essere suonata da gamba o da Spalla, ma la suggerisco in quanto modo piacevole per avvicinarsi alle prime note sulla Spalla, aiutata da un libro tutorial del XVIII secolo. Poiché la gamma degli esercizi preparatori va da C2 a A4, passiamo dal nostro DO vuoto fino al terzo dito della prima corda.

Le toccate aumentano progressivamente il livello di difficoltà, ma non sono particolarmente impegnative: sempre con l'estensione di cui sopra, ampia per un violoncello barocco ma molto comoda per noi.

Solo un modo per divertirsi usando un metodo di periodo che si adatta bene al nostro strumento.

Disegno daniela Gaidano sul violoncello da spalla

Aggiornamenti dal nostro laboratorio

Siamo tornati a casa! Ci siamo goduti una settimana in Olanda, dove la spiaggia è lunga, ampia e poco affollata anche in questo periodo di alta stagione, e si possono mangiare panini rollmops guardando il tramonto.

Abbiamo anche visitato alcuni appassionati di Violoncello da Spalla, condividendo progetti e idee.

Visintini Gaidano in Olanda per violoncello da spalla

Arte e paesaggio dall'Olanda. E un'interessante chiacchierata con Esther Visser, 

violinista barocca, violoncellista da spalla e insegnante di Tecnica Alexander!

Visintini Gaidano violoncello da spalla makers

Al centro, il grande organo della chiesa di San Bavone ad Haarlem. Mozart, Haendel e Mendelssohn ci suonarono.


Video in primo piano della settimana

Goditi il continuo suonato su un violoncello da Spalla in questa registrazione da La Petite Bande di Osaka.

ps: Alessandro ha comprato un traversiere!! non ho idea di quanto tempo ci vorrà per padroneggiarlo, ma nel caso avremo più musica da condividere!!


Tags

esecuzione, repertorio, ricerca, violoncello da spalla


You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Get in touch

Name*
Email*
Message
0 of 350