Maggio 14

Un errore nella storia della liuteria!

0  comments

Chiacchierata con Eliakim Boussoir, liutaio e pioniere della viola pomposa/violoncello da Spalla!

Eliakim Boussoir, dalla bellissima campagna vicino a Metz. Ti sei laureato a Mirecourt nel 2000 con una tesi sulla viola pomposa (o violoncello da spalla come la chiamiamo oggi), e ne hai fatta una come prodotto dell'esame finale. Come sei arrivato a questa decisione? Era per curiosità, passione, voglia di fare qualcosa di diverso?

😂😂😂 Alla viola pomposa sono arrivato per forza di cose! Non sono stato io ad andare da lei, è stata lei a venire da me in un certo senso! È stata un'avventura meravigliosa e continua ancora. Mi piace raccontarla :

Ogni anno a Mirecourt, una giuria di liutai e altri esperti si riunisce per l'esame finale della formazione di liutaio, che si dura 5 anni.

Lo studente doveva presentare un progetto di restauro o di fabbricazione che stava facendo nel suo ultimo anno con una tesi. Durante questo incontro, la giuria esamina i progetti proposti dagli studenti per l'anno successivo e dà il loro consenso.

Ho un carattere leggermente provocatorio, mi piace fare le cose in modo diverso. Pertanto, avevo proposto per quest'ultimo anno la realizzazione di un hardingfele, il violino tradizionale norvegese. È uno strumento molto decorato, con disegni in madreperla, una testa di drago e corde simpatiche.

Il mio progetto è stato rifiutato. La giuria ha trovato questa proposta troppo folcloristica e mi ha chiesto di scegliere un violino più classico!

Quindi, dovevo trovare qualcos'altro in fretta, ma volevo fare qualcosa di diverso da una semplice copia di un violino!

Avevo fatto uno stage con un liutaio di Nancy, Samuel Péguiron, che aveva costruito una viola pomposa nel 1994. Pertanto, ho proposto questo strumento come un nuovo progetto. Ho poi lavorato per questo liutaio che era un ottimo capo!

In seguito ho lavorato anche per Jean-Claude Condi, specializzato in strumenti tradizionali e popolari, dove finalmente sono riuscito a fare un hardingfele!

violo pomposa e hardingfele di eliakim boussoir

La viola pomposa e l'Hardingfele di Eliakim Bourssoir

Come hanno accolto la tua decisione i tuoi tutor a scuola?

Rispetto all'hardingfele, la viola pomposa sembra un grande violino classico. La giuria ha accettato questa nuova proposta, ma nessuno sapeva cosa fosse, nemmeno io.

Quest'ultimo anno di scuola mi ha permesso di fare ricerche su questo strumento, andando a vedere gli strumenti nei Musei, cercando nelle biblioteche, ecc...

La tua ricerca ha riscontrato interesse all'esterno, come musicisti interessati, connessioni preziose?

Quando ho superato la presentazione della mia ricerca, descrivendo che la viola pomposa era un piccolo violoncello suonato a spalla, la reazione della giuria (composta da liutai del quartetto classico) non è stata molto entusiasta e mi ha indicato che questo strumento non avrebbe mai potuto suonare all'accordatura del violoncello. In altre parole, è stato un errore nella storia della liuteria!

Violoncello da spalla un errore nella storia della liuteria?

In quale cornice preferiresti vivere? La buona notizia è che siamo nell'ultimo, nel 2021,

dove le persone di mentalità aperta possono divertirsi a suonare il violoncello da Spalla!

In compenso avevo passato l'esame, che per me era la cosa più importante.

Poi lo strumento ha dovuto stare cinque anni a scuola dietro una finestra, il che purtroppo ha poco senso per uno strumento appena nato, uno strumento sotto un'incubatrice! Ma era il regolamento della scuola che prevede di esporre i lavori dei vecchi studenti, e dopotutto rimane una buona scuola lo stesso!

Lo strumento non poteva essere mostrato ai musicisti. Ma poiché l'anno trascorso mi ha permesso di fare una ricerca approfondita sulla viola pomposa, ora avevo una tesi come presentazione del mio lavoro che potevo dare ai musicisti, così come ai laboratori in cui ho lavorato.

Ho potuto lavorare per Alain Meyer, liutaio specializzato in strumenti barocchi, aperto e generoso, dove ho potuto avere una visione completamente diversa della liuteria.

Un bal du temps de Louis XIII, François Chauveu, Parigi 1613-1676.

Questo disegno è stato a lungo attribuito ad Abraham Bosse da quando c'era il suo nome, con il lato destro rivolto verso l'alto.

Ma se guardi i musicisti, è abbastanza chiaro che è stato aggiunto in seguito alla stampa stessa, o che i musicisti suonano al contrario.

Una volta che l'incisione è stampata, sono con il lato destro rivolto verso l'alto e il nome capovolto.

Ho la sensazione che in Francia l'uso e la produzione di questo strumento non siano mai stati abbandonati. Non sembra affatto una novità per i francesi! Puoi raccontarci un po' della sua storia in Francia?

Nel 1703, Sebastien de Brossard scrisse nel suo dizionario: "Violoncello: C'est proprement notre Quinte de Violon ..." Il Quinte de Violon era ben noto nei gruppi musicali intervenuti a La Cour de France: 24 violons du Roy, Grande Banda, piccola banda....

Ma il Quinte de Violon scomparve perché non c'era più musica scritta per esso. Il revival della musica barocca e la ricostituzione di ensemble dell'epoca hanno riportato in vita questo strumento.

E com'è l'attuale atmosfera francese da spalla? (Concerti, eventi, generi musicali, scuole...)

Sono lieto di ascoltare regolarmente violoncelli da spalla che "non potrebbero mai suonare come un violoncello" (la giuria dixit).

La viola pomposa è presente in diversi ensemble, registrazioni e conservatori li affittano per offrirli nel loro dipartimento di musica antica.

Vuoi aggiungere qualcosa sullo Spalla?

Siamo solo all'inizio del rilancio della viola da spalla con grandi possibilità per musicisti, ensemble e didattica.

Daniela Gaidano e eliakim boussoir con il violoncello da spalla di Alessandro Visintini

Con Eliakim nel suo laboratorio, condividendo impressioni sul violoncello da  Spalla, nell'estate 2019

Passando ad un altro argomento, sei uno dei pochi produttori di corde pensate per la Spalla, e ne hai due varianti: anima in seta e anima in budello. Li abbiamo presentati nel primo numero di questa newsletter.

Come sei arrivato alla produzione di corde?

Quando siamo interessati alla liuteria barocca, alla musica antica, siamo necessariamente interessati alle cordei!

L'evoluzione delle corde ha sempre preceduto i cambiamenti negli strumenti, nella musica, nelle nuove composizioni.

È stata la spalla che mi ha spinto a fare le corde! Anche se le mie prime corde di pomposa (2000) sono state realizzate da Bernt Kurschner e il Do era doppio filato, in seguito ho comprato le mie corde da Aquila, come aveva fatto prima Dmitry Badiarov.

Forse, potresti aver fatto le mie corde quando eri lì! 😉😉

Nel novembre 2011, quando ho saputo che l'Aquila avrebbe interrotto la produzione di corde in budello a causa di un decreto europeo, ho iniziato a costruire corde per viola da spalla e altri strumenti.

Quali sono le fonti che più ti hanno ispirato per il tuo lavoro di corderia?

Nell'Enciclopedia Diderot e d'Alembert, vediamo un filatoio in fondo al laboratorio. È descritto con come usarlo.

Ho raccolto informazioni qua e là, mi piace anche cercare e guardare progetti di vecchie invenzioni, brevetti, ecc...

antice corderia in budello

Diapositiva per gentile concessione di Eliakim Boussoir

Come sei arrivato alla seta?

È anche grazie alla spalla che ho iniziato a fare corde di seta.

Ci sono solo vantaggi nell'essere interessati a questo strumento!

Un collega, Jean-Paul Boury, che doveva affittare una spalla per un conservatorio, mi chiese di fargli delle corde stabili e facili da suonare.

Qual è la tua convinzione attuale sulla storicità dei bassi con anima in seta?

Le corde di seta sono state utilizzate per molto tempo nei paesi asiatici.

Per quanto ne so, la prima menzione di corde di seta per viola da gamba è del 1615 di William Keeling. Non sappiamo se sono stati girati.

La prima menzione della corda di seta filata è del 1664 di John Playford.

Stai anche sperimentando la seta semplice per gli alti o hai intenzione di farlo?

Ci sono diversi modi per fare le corde di seta. Il modo in cui realizzo le anime di seta per il basso non è adatto per le corde degli acuti. In genere offro solo bassi perché lo ritengo coerente: rivestire le corde del basso era il lavoro del liutaio! Posso anche fornire corde di seta per acuti realizzate da Serge Claderes.

Vantaggi e svantaggi della seta rispetto al budello.

La seta è più fine e resistente del budello. Avremo una corda più morbida e più facile da far vibrare. Questo è molto adatto per la spalla.

La seta è anche meno sensibile alle variazioni igrometriche.

Il budello ha più tono e carattere e consente una migliore espressione.

Progetti le tue corde da spalla pensando a uno strumento moderno o d'epoca?

La spalla è uno strumento speciale le cui dimensioni possono variare, ed è ora utilizzato per diversi stili musicali.

Le corde di seta funzionerebbero meglio per la musica moderna e il budello per la musica antica, ma le due sono anche intercambiabili.

Il mio obiettivo è creare corde che si adattino allo strumento e al musicista.

disegno Daniela Gaidano

Era compito del liutaio, non del fabbricante di corde, rivestire le corde del basso!

È possibile avere da te corde personalizzate per strumenti diversi o semplicemente di tensioni diverse, e qual è il prezzo aggiuntivo o il tempo di attesa per un ordine personalizzato?

Sì, chiedo al musicista di specificare cosa vuole. A volte è difficile per il musicista scegliere tra le diverse tensioni e tipologie di corde, cerco di guidarlo, e se mi parla del suo strumento capisco meglio.

Non ho corde in stock pronte per essere spedite, realizzo tutte le corde su ordinazione, quindi non applico un prezzo extra, o non necessita di tempi di attesa aggiuntivi per un ordine personalizzato. Il mio tempo di attesa regolare va da 1 a 3 settimane, e il prezzo dipende dall'accordatura dello strumento ad arco, dall'aspetto e dal timbro, che è diverso a seconda del materiale utilizzato, come risulta dal listino pubblicato sul mio sito.

Una corda personalizzata realizzata da un artigiano come te può essere paragonata a una corda professionale realizzata da una grande fabbrica? Come garantire uno standard di qualità?

È come confrontare un violino industriale e un violino fatto a mano. Entrambi sono validi ma adatti a persone diverse.

Ciò che ha valore è che ogni persona è unica, ogni musicista, ogni strumento fatto a mano. Ogni musicista deve trovare lo strumento che fa per lui!

Certo, non posso competere in numeri con una grande fabbrica di corde che è in grado di produrre 250 corde/ora/operaio! Hanno grandi macchine per corde CNC, altissima precisione, solo cambiare un parametro per modificare una corda costa caro.

Fare piccole serie di corde non è vantaggioso per loro. Lavorare con il budello è molto specifico, richiede una grande conoscenza, know-how e intervento umano.

La produzione di corde in budello non è redditizia per queste fabbriche, per alcune di esse è solo il loro prodotto di lusso che ha fatto il loro momento di gloria!

La macchina che ho realizzato per fare le corde è semplice, veniva utilizzata nelle officine dei liutai, è una sapienza liutaia specifica che i liutai hanno perso!

Non sto cercando di produrre in serie e identiche, che non mi interessano ma cerco di produrre corde di qualità e personalizzate.

Il rapporto tra il musicista e il suo strumento è fatto dall'arco e dalle corde.

Cambiare una singola corda può cambiare un intero strumento e permette al musicista di trasmettere più liberamente i suoi sentimenti o l'emozione che vuole, è fondamentale trovare il giusto equilibrio per permettere la giusta vibrazione!

C'è qualcos'altro che vorresti aggiungere sulla tua esperienza nella creazione di corde?

La costruzione delle corde mi ha insegnato molto sulla messa a punto e sulla costruzione degli strumenti.

eliakim boussoir cordaio

Aggiornamenti dal nostro laboratorio

Questa settimana sono ancora dai miei genitori a cercare di aiutare, mentre Alessandro è in laboratorio, impegnato con il nuovo violoncello da Spalla.

violoncello da spalla Alessandro Visintini

Video in evidenza della settimana

Ecco la pomposa di Eliakim in azione, interpretata dal fortunato possessore Pascal Szymczack


Tags

corde, esecuzione, liuteria, repertorio, ricerca, violoncello da spalla


You may also like

Gli Hoffmann sono falsi?

Gli Hoffmann sono falsi?
Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Get in touch

Name*
Email*
Message
0 of 350